28 marzo 2009

Sfigati per moda

Visto che i miei collaboratori sono meno utili di Shevchenko al Milan, rieccomi a scrivere un nuovo post. Sono un po' demotivato in quanto i miei lettori hanno chiaramente preferito facebook al mio blog ma vado avanti lo stesso perche' so che un giorno ritorneranno, pentiti.
Nonostante il Busca visto da fuori sembri un pirla, in realta' e' un grande osservatore della societa' e delle mode; l'ultima moda in circolazione che ha notato e' quella di vantarsi di essere sfigato o, peggio, fingere di esserlo.
.
Fidatevi, ho fatto ingegneria e sono un esperto.
.
Da un po' di tempo a questa parte, infatti, alcune persone hanno cominciato a comportarsi come se fossero dei geek (che si pronuncia "ghic", non "gic") soltanto per moda. Il fatto e' che geek non si puo' diventare, si nasce. Questi nuovi personaggi comprano apposta occhiali con montature antiquate, gilet e camicie attillate con fantasie assurde ed interpretano un ruolo da disadattato cronico, ma lo fanno malamente. La cosa peggiore e' che dicono "sono un geek" e si fingono anche esperti dell'ambiente geek citando tipici stereotipi tra cui Star Trek e' l'esempio piu' lampante.
.
Ebbene, sono costruiti e finti. Vi dico io come sono quelli veri. Seguite la lista:
.
- Se sono ingegneri, si credono ingegneri "atipici". Se uno dice che e' un'ingegnere atipico vuol dire che e' un ingegnere fatto e finito, il che non significa che sia uno sfigato, ma aiuta.
- Se portano gli occhiali (che non e' un requisito necessario) le montature non sono antiquate; solitamente noterete che cercano disperatamente di essere montature fighe e nuove, e spesso lo sono, ma sono scelte erroneamente per il loro tipo di viso.
- Di Star Trek parlano solo tra di loro.
- L'abbigliamento non e' forzatamente "sbagliato". Come per gli occhiali, si intravede il tentativo di integrazione nella societa' tramite l'indossare un vestito di marca o una maglietta del tour di una band che "ci sta dentro". Quello che non riescono a nascondere e' che si vede immediatamente come cercano di mostrare che hanno quella maglietta e che la indossano perche' loro ascoltano quel gruppo che e' figo e vogliono dimostrarlo. Non la comprano perche' gli piace.
- Il punto principale, insomma, e' che loro vogliono convincerti che NON sono sfigati.
.
So riconoscere un finto geek da due chilometri di distanza, se e' una giornata senza foschia.

7 commenti:

Rabb-it ha detto...

Vuoi provocare i trekker a risponderti?

O i geek?

O... chiunque con la coda di paglia in fiamme!

Meno male che piove, almeno si spegne alla svelta.
(Dopo una settimana di bel tempo, dal lunedì al venerdì da ieri sera... acqua, mista a neve... BASTAAAA)

Firmato, una che se non nomina ST di tanto in tanto non si diverte, porto gli occhiali, che al sole si scuriscono, perché so cecata e la luce del sole mi fa male, e non è ing!

Vado a cercare un estintore!

^_^

Come vedi non tutti i tuoi lettori stanno su facebook!
Però ci sto facendo un pensierino!

ilCannetta ha detto...

e quelli che rinnegano il fatto di essere ingegneri come li classifichi?

Cek ha detto...

io non rispondo più che sennò poi ci rimango male...ecco...

illucio ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=--N9klJXbjQ&eurl=http%3A%2F%2Fwww%2Efreddynietzsche%2Ecom%2F&feature=player_embedded


Trovato su di un altro blog ma cazzo mitici animali pelosi!!!!

scrockman ha detto...

Io come sarei?
















Oltre a rompicoglioni, ovviamente...

Davide ha detto...

Il fatto è che gli appassionati di Star Trek non parlano di Star Trek, al giorno d'oggi: gli appassionati di Star Trek parlano (male) di J. J. Abrams.

ilbusca ha detto...

Eccolo il mio GEEK originale preferito!