15 aprile 2009

Tazze, grafici e stati americani


Visto che i miei collaboratori sono meno utili della cottura croccante dei microonde, rieccomi a scrivere un post personalmente. Sono un po' demotivato, non ho piu' un ritorno di cazzate proporzionale a quelle che scrivo: il Bandito Precisino non analizza piu' metodicamente ogni mio post per cercarne gli errori, la Polli e' scomparsa e le visite degli abitudinari si fanno sempre piu' rare. Sono preoccupato: starete mica cominciando ad amare il vostro lavoro? Non mi arrendero' alla vostra indifferenza, sappiatelo.
Oggi volevo sputtanarmi raccontandovi un po' delle mie manie in modo che voi possiate sentirvi piu' tranquilli con le vostre e allo stesso tempo apprezzarmi come si apprezzano i disadattati dei films, perche' alla fine fanno tenerezza.
.
1) Oggi stavo preparando un grafico per la mia tesi. L'avevo fatto prima a colori, poi ho pensato che in bianco e nero fosse meglio per vari motivi e ho cominciato a convertirlo in modo che fosse ugualmente comprensibile. Ho cominciato con quattro linee: una continua, una tratteggiata, una tratto-punto e una puntinata. Non va bene. Quella puntinata sembra grigia. Le faccio tutte continue e ci metto un simbolo ogni 50 punti diverso (rombo, quadrato, cerchio, triangolo). Il triangolo e' troppo simile al rombo, metto un asterisco. Il cerchio e il quadrato sono distinti ma quando sono sovrapposti fa un brutto effetto, metto un + invece del quadrato. Non male ma mi sembrano un po' troppo simili... allora quella con l'asterisco e quella col + le faccio tratteggiate e le altre continue. Bene.
La figura mi sembra un po' troppo allungata quando la inserisco nel documento. La schiaccio un po'. Cavoli se la schiaccio mi schiaccia anche i numeri sugli assi in maniera non omogenea con tutte le altre figure precedenti. Devo schiacciarla in fase di realizzazione in MatLab e non dopo in Latex. Ok, trovato il comando per cambiare le proporzioni della figura. Ma cacchio plottando i simboli ogni 50 punti mi e' andata a ramengo la legenda. Mi faccio spiegare dal guru come metterla a posto ed aggiungo altre 10 righe di codice solo per la legenda. Ok, sembra buona adesso.
Ma, cosa vedo! La lettera greca "zeta" nella legenda non e' in corsivo come quella nel testo e questo non e' bene. Cerco di metterla in corsivo ma non funziona cosi' frugo dieci minuti nell'help per capirne il motivo e scopro che devo cambiare l'intrprete del testo da tex a latex. Figo, funziona. Anche se adesso il testo e' un po' troppo vicino alla linea. Ci metto 4 spazietti va. Ma nooooooo! Anche sulla asse x la omega non e' in corsivo e la n del pedice e' in carattere Arial anziche' Times New Roman! Imperdonabile! Noto anche con orrore che uno dei punti che ho indicato con una freccia orizzontale si trova in realta' sotto alla freccia e quindi devo cambiare quella freccia specifica. Cacchio le mettevo con un ciclo automatico, adesso come faccio... potrei cambiarla manualmente ma se poi domani cambio i valori non funziona di nuovo... mi sa che devo fare in modo che quando il testo si trova sopra al punto la freccia debba cambiare automaticamente. Forse pero' era meglio tenere il triangolo ed eliminare il rombo. "Marco, it's time to play squash!". Cazzo ti sembra che stia perdendo tempo o giocando? Sto lavorando!
.
2) Ci sono le tazze comuni per il caffe' nella sala mensa. C'e' una signora che le lava ogni giorno e le impila in un apposito contenitore. Prima che comprassero le fichissime tazze personalizzate del dipartimento ce n'erano una cinquantina tutte diverse e io usavo sempre la stessa (quella dell'universita' delle Hawaii) perche' mi faceva meno schifo sapere che la usavo sempre io. Dopo che le hanno uniformate, la mia tazza preferita e' scomparsa e sono sempre stato troppo pigro per portarmene una da casa, cosi' ogni giorno passo una ventina di tazze identiche cercando quella meno sporca (a me dispiace per la signora, ma non le pulisce bene). Solo che oggi non mi sono accorto che mentre facevo la mia selezione la signora era li' che mi fissava. Quando me ne sono accorto ho tenuto quella che avevo in mano per rispetto ed era quella piu' sporca di tutte. Ma che fastidio. Poi mi sono chiesto se fosse corretto usare le lettere greche in corsivo nel testo oppure fosse forse giusta l'interpretazione non in corsivo di Matlab.
.
3) Nella bibliografia devo mettere devo mettere l'indirizzo dell'editore dei libri. Ma devo mettere solo la citta'? No perche' di questo ho proprio l'indirizzo completo con la via e tutto il resto. Con New York ho messo solo la citta' ma con quest'altra citta' dell'Oregon ho messo anche Oregon. Mi sa che devo mettere New York, State of New York. Ma sta troppo male. E poi USA devo metterlo? No perche' nel libro francese ho messo France. Pero' non ho messo la regione della Francia dove e' stato stampato. Nooo questo ha due edizioni ed io ho consultato la versione elettronica della biblioteca dove non c'e' scritto quale edizione e'. Ma la leggera' mai qualcuno la bibliografia? E la tesi? Tra l'altro devo ricontrollare tutte le lettere greche. Cazzo che schifo quella tazza.
.
Sono a pagina 28, ma bisogna togliere due pagine di frontespizio, la pagina dell'abstract, l'indice, la lista delle figure, la lista dei simboli, la lista degli acronimi. Sto gia' diventando scemo. Probabilmente lo sono sempre stato ma viene fuori di piu' quando sono sotto pressione.
.
Volevo cambiare argomento adesso. Si, cosi' a meta' post. Chi se ne frega delle mie manie, ho altre tremila fobie che vi raccontero' in altri post tra cui: paura di volare, paura di vomitare/svenire, fastidio nell'essere seduto a tavola senza vie di uscita, paura di fare la doccia se non sono passate almeno due ore dal pranzo, paura dell'acqua, degli insetti con troppe gambe, l'odio per i pomodori crudi, i funghi o i gamberetti. Ho l'imbarazzo della scelta.
.
Il nuovo argomento di cui volevo parlare vi lascera' a bocca aper

25 commenti:

Cek ha detto...

Il punto 1) lo fa sempre anche il mio capo...solitamente dopo le sette...solitamente con me lì presente che mica è capace ad usare Office bene bene...solitamente lui a casa ha chi gli prepara la cena

Cek ha detto...

Ah tra l'altro...questa mia mania scema di italianizzare in modo estremo l'inglese...anzi...di inglesizzare l'italiano in maniera del tutto strampalata (del tipo: I guarded out of the finestr) ieri mi ha fatto fare una figura di merda colossale...più che altro perchè l'avevo sì fatto apposta, ma con una persona che minimamente aveva capito, nè le fregava qualcosa, che stessi scherzando

ilbusca ha detto...

Cosa c'e' di sbagliato in "I guarded out of the finestr"? Mi sembra corretto.

Cek ha detto...

non era una finestra...era un oblò

scrockman ha detto...

Busca, se non fo il precisino è perché scrivi bene.
Non come in questo caso, ovviamente: punteggiatura assente in più di un'occasione ("ma non funziona cosi' frugo" ad esempio), formattazione impropria nel regionalismo "a ramengo" (il corsivo andrebbe esteso anche alla preposizione semplice "a", in quanto parte integrante della tipica espressione norditaliana).
Cose così, ecco.

Cek ha detto...

mi sei mancato

ilbusca ha detto...

Cosi' mi piacete.

scrockman ha detto...

Buscagay, ci piaciono i maschi.

dottoressa A. Fabiani ha detto...

sciemo di guera, si scrive gei.

scrockman ha detto...

Cazz, è vero! Busca è la lettera tra I e K perché ci piatsciono i maschi!





P.S.: Dotorresa Fabbiani, l'ultima volta che ho sentito l'epiteto "sciemo di guera" è stato da parte di genti ciociare. Lei è ciociara, per caso?

Rabb-it ha detto...

Facebook? giammai!

solo che volevo aspettare dopo questa sera a dire che ti leggo tutt'ora.

Però ho pensato che se capita che perdiamo pare che sono masochista e vengo a farmi pigliar in giro da te, se vinciamo sembra che vengo a prenderti in giro.

ok devo pensare meno!

Ma santa polenta io colcavolo che piglio una tazza sporca per rispetto!

Dimmi che hai scherzato...ciao

dottoressa A. Fabiani ha detto...

scrocman, fai il calciattore?

rollo tommasi ha detto...

No, ma faccio il saluto al sole durante le lezioni di yoga.
Te piasce, dottorè?

ilCannetta ha detto...

Finalmente il Busca non può più sfottere gli elettronici perchè sono costretti a usare LaTeX (con queste maiuscole e minuscole) per scrivere la tesi...

Cmq preoccupantemente condivido varie delle tue paure/fobie, vedi:

- Paura degli insetti con troppe gambe, in particolare fobia dei ragni
- Paura di svenire in pubblico ma ancor di più di un attacco di dissenteria in un luogo senza WC (o con WC senza porta chiudibile a chiave)
- Paura della congestione in mare, piscina, doccia o per il freddo
- Paura delle caldaie (no, forse questa non l'hai citata, ma prova a pensarci... tutti quei tubi, con dentro acqua bollente e gas...)

Quando trovi una soluzione a queste che non sia la droga o l'alcool fammi un fischio...

dottoressa A. Fabiani ha detto...

se non sei calciattore non mi puoi nemeno lavare le scarpe.
sciemo di guera.

scrockman ha detto...

Dottore', m'hai tolto un peso dal cuore, non c'è sciemo de guera che possa scalfire cotal gioia.

scrockman ha detto...

Ah, scusate il doppio commento, ma mi è venuta in mente una cosa.
Credo che ormai Cek sia desueto e politically uncorrect. Lo inviterei pertanto a mutare il proprio nickname in Ipovedenth.

Polli ha detto...

Caro Busca, la Polli non è sparita, ti legge ancora sul blog, ma ormai sono una frequentatrice di facebook e mi occupa gran parte del tempo in cui sto ad usare il pc. Lì ho potuto conoscere un casino di persone che conoscono il Giorgio e mi danno un sacco di informazioni su di lui. Anzi, ti dirò di più...a Pasqua mi ha anche salutato!!!Adesso, nell'ora di informatica stiamo solo su facebook però ti leggo sempre. Ciao da Polli e W il Giorgio!

Patata ha detto...

Polli c'è. Adesso tutto torna ad avere un senso.

scrockman ha detto...

Polli-ce. Adesso tutto ha un senso: il tatto.

Magi ha detto...

Se si chiede un po' di sana pignoleria, non mi posso tirare indietro...

"- Paura degli insetti con troppe gambe, in particolare fobia dei ragni"

I ragni non sono insetti.

Anche a me dan fastidio.
Se solo mi conoscessero meglio potrei essere io quello che dà fastidio a loro, sebbene io abbia solo un paio di zampe.

Busca, hai tenuto la tazza sporca per rispetto, ma lei ha rispetto di voi che le utilizzate, lavandole così male?

polli ha detto...

Busca ma devo intervenire io giornalmente ad animare questo blog? Mi sembra un pò morto...
Va bhè, ti propongo un'intervista doppia tra me e il Giorgio, chissà mai che tra noi finalmente sbocci l'amore...perlomeno io vorrei almeno baciarlo, non è che pretendo troppo...uffi mi sento incompresa...

dottoressa A. Fabiani ha detto...

polli, capra! sì scrive "per lomeno"! ti devono bociare!!

Anonimo ha detto...

Busca sembri un misto tra Bruzzi e Paolo Attivissimo. Troppo anni 90.

B.

aske ha detto...

ma siete 2 italiani lì a livpul?
chi è "marco"?