26 maggio 2006

La diaspora dei Prandina


Ho trovato un sito che analizza gli elenchi telefonici di tutta italia e visualizza su di una cartina dove sono tutte le persone che hanno un determinato cognome. Ovviamente ho subito inserito il mio e, come potete vedere sulla mappa, l'epicentro è intorno a Novara ed io sono quel puntino in alto a sinistra vicino alla valle d'Aosta. Noi Prandina siamo merce rara piemontese o veneta, presenti (sulle guide del telefono) in soli 66 comuni in tutta Italia.
Mi piacerebbe sapere chi è il Prandina che vive in Calabria, quello sull'Isola d'Elba e quello nella capitale; devono essere dei tipi simpatici.
Soddisfatto della mia rarità ho quindi cercato le mie origini materne, analizzate attentamente il risultato:
.
.
Aioooooooooooo! Sono mezzo-sardo! Ed ho almeno un milione di cugini! Quindi se mio papà è piemontese e mia mamma sarda si vede che sono di Genova, per questo sono tirchio.
.
Poi per sicurezza ho controllato se c'era ancora un tizio. Sì, per ora c'è ancora.
.

7 commenti:

dOTTOR cOSTA ha detto...

cHI È IL TIZIO SENZA PARENTI? lA GENTE VUOLE SAPERE..

dOTTOR cOSTA ha detto...

hO NOTATO SOLO ADESSO CHE IL COGNOME COMPARE IN BASSO A SINISTRA:)

Terracenere Angelo ha detto...

Polentone!!!
Terrone!!

ilbusca ha detto...

Questo blog è posseduto!

Nustlu ha detto...

ora ci vado subito a mettere il mio cognome

Nustlu ha detto...

Altissima concentrazione in Veneto ('nsomma), eppoi ho un parente a Roma!!! Sarà mica lui? Sapevo di un parente tedesco chiamato Joseph

Il Ceruti ha detto...

Guagliò..ho qualcuno a Napoli...da quest'anno fabbrico anche io i personaggi del presepe. Il primo sarà il buon Mignotti, il secondo è quello che a "...Scommettiamo che?" strappava gli elenchi telefonici in un colpo, non come "il negro" nell'ultimo Rat-man