07 maggio 2006

Perchè odio i quiz


Io sono un tipo ignorante e permaloso. La mia cultura fa acqua da tutte le parti e ho dei buchi neri cosmici di conoscenza nelle più disparate discipline. E' sufficiente leggere le avventure del piccolo Mignotti per capire come salto dal passato prossimo all'imperfetto passando dal presente al passato remoto, senza criterio come uno stambecco.
Lo accettavo con serenità, poi sono arrivati i quiz di cultura generale. Se si chiamano così, ciò implica che siano domande su argomenti generali di cui tutti dovrebbero almeno aver sentito parlare nella vita e sui quali si dovrebbe competere mediamente alla pari. Dico "mediamente" perchè all'interno dello stesso quiz, l'esperto di geografia può pavoneggiarsi alla domanda "Qual'è la capitale dell'Honduras" e crollare subito dopo con "Quanti scudetti ha vinto il Napoli". E fino a qui tutto bene, sono argomenti che tutti più o meno hanno studiato, visto al telegiornale o letto sulla gazzetta.
La cosa che mi fa incavolare è quando si incancreniscono con la mitologia greca e romana. Per quei poveracci come me che hanno fatto studi tecnici è qualcosa di inconcepibile. Voglio dire: se sbaglio su qualcosa di Dante o Foscolo sono ignorante e merito di andare a casa senza un euro, ma perchè nella cultura generale devo sapere come si chiama il semidio figlio di Poseidone e della ninfa Toosa (che poi dovrebbe essere Polifemo)? Nella mia scuola quella parte è durata una settimana scarsa eppure per i quiz quella è cultura generale. Ma generale un par de balle. Quella è cultura specifica di chi è appassionato di mitologia.
Mi fa arrabbiare perchè non fanno mai domande specifiche, ad esempio, da ingegnere scemo come me alle quali saprei rispondere e vantarmi. Ve lo vedete Amadeus che mi chiede di calcolargli il rapporto di trasmissione di un giunto cardanico? Gli sbatto lì la dimostrazione e vado a casa con 100.000 euro meritatissimi (è già difficile disegnarne il sistema di coordinate). Invece probabilmente andrei a casa perchè non so come si chiama il papà di Eracle.
.
Tutto questo odio è perchè la mia ragazza laureata in lettere mi batte sempre al Trivial Pursuit...

15 commenti:

mari ha detto...

vogliamo per favore fare una statua a questa santa donna della tua morosa? ;)

Anonimo ha detto...

Uhm... "Mari"...
Non so perchè, questo nick associato a questo commento mi insospettisce...

ilbusca ha detto...

ma chi diavolo...

Ing. Apu ha detto...

Forse avrei fatto meglio a firmarmi, ma pensavo che il sito prendesse il nome utente anche senza essere registrato... "qualcuno" me l'aveva dato ad intendere, almeno...
Comunque, sono il giovane e felice Ing. Apu ;)

Ing. Apu ha detto...

ma... ma... ???

ilbusca ha detto...

sei tu che "intendi" a tuo modo.
Ho solo detto che potevi commentare senza essere registrato...

ru ha detto...

è il mio primo commento, pochi lo capiranno.
bisogna sempre usare la logica, mio caro busca: kruger, lama, lima, perù. è semplice.

ilbusca ha detto...

che cacchio ci facevi qui alle 04:06 !?!?!?!?

patata ha detto...

...avrà trovato il link dalla pagina di "The Hunn".... l'orario è effettivamente sospetto.

ilbusca ha detto...

what's "The Hunn"?

ilcannetta ha detto...

invece Gerry Scotti ti chiederà di dimensionare un filtro Butterworth del quarto ordine e sarai fregato...

la didona ha detto...

Smentisco di essere la mari di cui sopra, ma non nego che mi compiacerei di vedermi dedicata una statua. E' divertente umiliare il busca nei quiz o nei giochi da tavola..Se la prende come un bambino dell'asilo..

ru ha detto...

nella solitudine della notte, penso a busca. ognuno ha i suoi problemi. grazie del supporto, patata, ti stimo.

aske ha detto...

il papà di eracle è zeus

ilbusca ha detto...

Ma vai che ho beccato anche ASKE!